lunedì 22 giugno 2009

Addio Nunzia

Voglio raccontarvi una storia.
Circa 6 anni fa partecipai a una campagna di alfabetizzazione informatica promossa dal governo. Dopo un corso di una settimana, con un contributo minimo, entrammo in possesso di un computer che ci avrebbe permesso di continuare a studiare on line da casa. C’era un forum dove intervenire per chiedere aiuto in caso di necessità e in una di queste occasioni conobbi una ragazza, diventammo amiche di mail, e nel giro di poco tempo ci scambiammo i numeri di telefono. Non siamo mai riuscite ad incontrarci di persona: la distanza, il lavoro, gli impegni hanno sempre avuto la meglio, ma per telefono eravamo sempre felici di fare quattro chiacchiere. Ultimamente le nostre chiacchierate si erano diradate, io avanti e indietro con Iulia dalla logopedista, lei col lavoro e qualche problema in famiglia.
Da qualche giorno, mi sentivo strana, avevo voglia di sentirla, di fare quattro chiacchiere, ma non ho trovato il tempo di telefonare.
Poi stamattina , guardavo nel televideo le ultime notizie.
Nella cronaca interna c’era una notizia che di solito avrei evitato di leggere… non so cosa mi abbia fatto immettere sul telecomando i numeri di quella pagina: MARITO UCCIDE LA MOGLIE A SPRANGATE.
Non so perché (non c’erano nomi solo il paese, Montalcino) ho pensato a Nunzia, forse il fatto che la donna uccisa avesse lasciato due figli della stessa età.
Mi sono collegata ad internet, ho controllato gli articoli di cronaca e quella che speravo fosse una sensazione sbagliata è diventata realtà.
Non posso più fare quella telefonata! Non mi risponderà più la voce squillante e allegra di Nunzia, una voce che ti faceva immaginare una persona solare, sempre col sorriso sulle labbra.
Niente più sms con quelle frasi da baci perugina che sembrano un po’ sciocche ma che quando le ricevi ti fanno un enorme piacere perché significa che un amica speciale ti pensa.
Non ci sarà più niente di tutto questo…
Rimpiango di non aver avuto tempo di fare quella telefonata.
È un peso che mi porterò sempre dietro.

La morale è che sbagliamo a credere di avere tutto il tempo del mondo. Se oggi ci viene voglia di salutare una persona cara, di sentire la sua voce non dobbiamo aspettare, perchè non è detto che sia possibile farlo domani.
Addio amica mia...

7 commenti:

Lo Scrigno di Lilly ha detto...

Una storia triste veramente. Mi dispiace per la tua amica moltissimo...anche per il modo in cui ha lasciato questo mondo...speriamo che i suoi bimbi riescano, per quanto sia possibile, riuscire a stare magari un giorno bene!!!! Hai ragione, non dovremmo mai aspettare di dire alle persone quanto vogliamo loro bene perché potremmo non avere tempo per farlo domani...

countrygirl ha detto...

non sai quante volte penso mentre vado a letto chiisà domani...chissà domani...spesso ringrazio il signore per la giornata che mi ha permesso di passare con i miei figli...altre volte lo dimentico...ed ho cosi paura di non vivere il giorno dopo...mi spiace per la tua amica..dirò una preghiera per lei....
una cosa che non c'entra niente..ma tua figlia si chiama Iulia?baciotti e un forte abbraccio..Iulia

milena ha detto...

Ciao maria sono Milena piacere di conoscerti!sono arrivata a te tramite il blog di Iulia e ho letto il tuo post con tanto silenzio nel cuore.Che cosa amara,dev'essere stata per te questa notizia!Credo che ti sarai posta centinaia di domande, perchè è successo, perchè non l'ho chiamata e simili.ma tante volte non c'è il perchè delle cose che accadano!Ricordala dentro il tuo cuore con un sorriso e anch'io mi unisco ad una preghiera per lei e per i suoi bimbi.Affettuosamente una nuova "amica" Milena a

milena ha detto...

ho cercato varie volte di segnarmi come tua sostenitrice ma inutilmente, ripasserò a riprovare ciao milena a

Valentina ha detto...

Cara Maria, sono profondamente addolorata per la tua amica soprattutto penso a quei poveri bambini... Questo tipo di sofferenza mi riguarda da vicino. Oggi dai per scontato qualocosa, qualcuno e poi all'improvviso hai perso tutto compresa la possibilità di rimediare... Penso però che ora abbiamo imparato una cosa importante, anzi due: ogni momento é quello giusto per fare ciò che il cuore ci spinge a fare e la seconda é che non importa il modo in cui corrispondiamo. Ciò che conta é che abbiamo tante amiche che ci pensano... Io ci sono sempre.
Ti abbraccio
Vale

vanda ha detto...

Ciao sono Vanda ho letto quello che ti è successo mi spiace molto di quello che è successo noi donne siamo sempre nel mirino di uomini non cresciuti e violenti ti abbraccio forte baci vANDA

Fata Bislacca ha detto...

Ciao Maria, grazie per avermi lasciato un commento; così ti ho scoperta!
Ho i brividi dopo aver letto questo post....
Io 2 anni fa dissi ad un'amica con la quale cercavamo sempre di "combinare" per una lunga chiacchierata; ma si dai, non prendiamocela; la vita è lunga....
Ecco, una settimana dopo è morta in un tragico incidente!!! La vita è imprevedibile, a volte lunga, a volte no, non lo sappiamo! Come dici tu, se sentiamo che vogliamo fare una cosa, dire a qualcuno che è importante per noi; il momento è sempre adesso!!!
Ti abbraccio forte, Cathy